Mi ritengo estremamente fortunata a vivere in un paese con la diversità e ricchezza enogastronomica come l’Italia. Ogni regione, città, paese, borgo ha la propria cultura, tradizione, usanza, cucina e spesso anche il linguaggio di una sorprendente diversità. Vista la quantità dei piatti, vitigni autoctoni, ciò originari del luogo, borghi medioevali, sagre, pali, vorrei conoscere un altro paese che abbia la generosità di offerta paragonabile a questo, di una bellezza e di un fascino unici. 

Avendo fatto un immersione a 360 gradi nel mondo enogastronomico vorrei raccontare le mie esperienze. Passione diventata lavoro. 

Sono quasi vent’anni che mi occupo di consulenze enogastronomiche. Tutto è nato dalla curiosità personale verso il mondo del vino, del resto abitavo nel cuore del Chianti Classico dal 1995. Iniziai con il corso professionale di sommelier con AIS (Associazione Italiana Sommelier) a Firenze e da lì la curiosità verso il cibo e la ricerca infinita ebbe inizio, diventando poi un’ossessione. Una continua scoperta delle cantine, dei prodotti, vini e vitigni, ristoranti, chef, locali. Poi, non contenta, ho voluto aggiungere anche il diploma di sommelier con la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori). I prossimi traguardi, dopo che avrò conseguito il Master in Digital Marketing attualmente in essere presso il PIN di Prato, centro didattico e scientifico dell’Università degli Studi di Firenze, saranno sicuramente i corsi di bartender e di fotografia.

Oggi mi occupo delle consulenze e di comunicazione nel mondo di enogastronomia che consistono nell’aiutare a scegliere cibo e vino, sia per il cliente privato che per quello del mondo HoReCa, selezionare e formare il personale, dare visibilità e supporto alle start-up e, soprattutto, alle persone che cercano di fare la differenza puntando sulla qualità del prodotto e del servizio offerto.

Da pochi mesi gestisco anche una piattaforma e.commerce dotata di un proprio magazzino e specializzata nei prodotti toscani, proprio perché vivo in questa regione da 30 anni e ho avuto il modo di conoscere diverse realtà produttive. Prediligo spesso il lavoro dei piccoli produttori, artigiani: realtà difficili da raggiungere poiché spesso non hanno né un sito né tantomeno uno shop online, partecipano a poche iniziative promozionali o a venti di settore, ma hanno una conoscenza autentica del territorio e di come si produce. Tanta attenzione va verso i prodotti fatti con i criteri salutistici. 

Sarò molto felice rispondere alle vostre domande, curiosità, di avere i vostri riscontri e riflessioni. E visto che le persone mi chiedono spesso le ricette, proprio perché amo la cucina tradizionale ma rivisitata spesso in modo più leggero e salutare, le troverete in abbondanza anche sui miei social.